SISTEMA ALTA TEMPERATURA - TERMO VUOTO


 

Sottoponendo il legno a temperature molto elevate (180°C - 230°C ) evitando la combustione, se ne varia la struttura chimica, ottenendo il risultato di alterarne il colore, di aumentarne la stabilità dimensionale, preservandolo dagli attacchi di funghi e agenti esogeni.

Pertanto legni teneri come le conifere (es. pino, abete) e latifoglie tenere (es. pioppo, betulla) possono assumere colorazioni molto scure e, soprattutto, possono vedere incrementate le loro caratteristiche di durabilità in modo tale da poter essere assimilati a legni da sempre considerati, sotto questo punto di vista di maggior pregio quali tek, acacia e roko, i quali, comunque sottoposti allo stesso trattamento, possono essere essi stessi scuriti e migliorati nelle loro caratteristiche intrinseche.

La nostra azienda in collaborazione con il C.N.R. IVALSA Istituto italiano  di ricerca dul legno e derivati di S.Michele all’Adige (TN Italia) ha elaborato un trattamento combinato di alta temperatura e vuoto senza aggiunta di alcun additivo e/o gas e/o vapore capace di raggiungere livelli qualitativi di assoluta eccellenza, grazie alla possibilità di poter modulare durante il trattamento non soltanto la temperatura, ma anche la pressione.



 
Per trovare il modello più adatto alle tue esigenze